SAI AMBIENTE - Rimozione amianto

A partire dal 1° ottobre 2018 e fino al 31 marzo del 2019, arrivano le limitazioni di traffico i 4 regioni italiane del Nord e precisamente in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto. Il divieto sarà più duro di quello dell’anno precedente in quanto la circolazione, durante i giorni feriali, sarà anche vietata ai veicoli Euro3 a gasolio.

Si parla in totale di più di due milioni di automobili e di circa 800.000 furgoni che appartengono a queste quattro regioni del Nord dell’Italia, che dovranno evitare le zone interessate dal blocco. In Emilia Romagna inoltre il divieto di circolazione è esteso anche a tutti i veicoli Euro 4 e in totale i veicoli fermi diventano oltre 3 milioni e mezzo.

Le Regioni hanno intenzione di armonizzare le norme per la qualità dell'aria e quindi la circolazione dei veicoli entro il 2020, ma per il momento le norme e le modalità, a livello comunale, non sono ancora state decise.

Ovviamente esistono anche gli esenti a questo divieto di circolazione che sono ad esempio i veicoli con tre persone a bordo, i medici o i veterinari che si recano presso pazienti per un visita urgente e infine i parroci. In Veneto invece le eccezioni riguardano gli anziani di età superiore a 70 anni e tutti i cittadini con un Isee inferiore o pari a 16.700 euro.

Chi non si attiene a queste misure andrà incontro a severe sanzioni: le multe infatti possono arrivare fino a 658 euro. Per evitare inconvenienti spiacevoli è bene quindi informarsi sulla classe ambientale a cui appartiene il proprio veicolo, anche visitando alcuni siti online come ad esempio il Portale dell’Automobilista oppure quello dell’Aci: qui si può trovare la classe a cui appartiene il proprio veicolo inserendo semplicemente la sua targa. Ovviamente le associazioni ambientaliste e in particolare Legambiente, insisteranno per far sì che i comuni rafforzino i servizi di trasporto pubblico.

Salvaguardare l’ambiente, direzione verso la quale vanno tutti i provvedimenti di divieto di circolazione degli autoveicoli, è oggi non solo necessario, ma doveroso e assolutamente indispensabile, se vogliamo che la terra non diventi un luogo invivibile e non si diffondano malattie già molto diffuse. È necessario quindi che ognuno di noi, sia a livello personale, che aziendale e soprattutto di istituzioni, prenda gli opportuni provvedimenti per preservare la salute del nostro pianeta mediante azioni e comportamenti che salvaguardano la natura e l’aria che respiriamo tutti i giorni.

In questa direzione agiscono già molte aziende che operano nel settore della protezione ambientale e che garantiscono alti standard di qualità e di eccellenza ai fini della riqualificazione e del territorio e di tutto l’ambiente. Esse operano per la bonifica di siti che sono contaminati da amianto, per il trasporto dei rifiuti pericolosi, oltre che per il rifacimento di coperture e per la costruzione e la ristrutturazione edilizia. Oggi vengono sviluppate numerose strategie che portano a soluzioni per le bonifiche ambientali sia con privati, che con imprese, attraverso servizi efficaci mirati soprattutto alla rimozione e allo smaltimento dell'amianto. Infatti la pericolosità dei materiali che contengono amianto dipende dalla possibilità che vengano rilasciate nell'ambiente delle fibre aerodisperse che vengono inalate dall’uomo di cui la maggior parte restano per sempre nei polmoni. La respirazione di queste fibre può provocare malattie come ad esempio l’asbestosi, ossia la cicatrizzazione del tessuti dei polmoni e il cancro al polmone, detto anche Mesotelioma potenziato gravemente dal fumo di sigaretta.

Oltre al problema dell’amianto esistono numerose azioni che comportano una bonifica dell’ambiente in cui viviamo. Tra questi uno degli obiettivi più importanti per migliorare l’ambiente è la promozione di mezzi di trasporto ecologici e non inquinanti. Infatti dovrebbe essere assolutamente incentivato l’acquisto o il noleggio delle auto elettriche e intensificati i punti di ricarica specialmente nelle grandi città. Le case automobilistiche inoltre dovrebbero incentivare l’acquisto della auto a gpl e a metano al fine di minimizzare gli scarichi dannosi soprattutto nelle città con molto traffico.

Infine le amministrazioni cittadine dovrebbero promuovere la mobilità pubblica e migliorare la qualità e la frequenza dei mezzi pubblici in modo da far sì che i cittadini preferiscano l’autobus o la metropolitana al mezzo privato più inquinante.

La lotta all'inquinamento, attraverso questi comportamenti virtuosi, consentirà di migliorare l'aria del nostro pianeta e di ridurre il rischio di malattie che a tutt'oggi mietono tante vittime.


Informazioni sull'amianto

Cosa bisogna sapere sull'Asbesto e sull'Eternit

In caso di dubbi o perplessità, prima di intervenire su materiali contenenti amianto è meglio essere informati
Leggi Tutto


SAI Ambiente

La SAI Ambiente è la divisione che da anni garantisce standard di qualità ed eccellenza per la riqualificazione dell'ambiente e del territorio.
Leggi Tutto >>

SAI Services

La SAI Services realizza opere edilizie, come rifacimento o realizzazione di nuove coperture. Inoltre offre l’installazione e noleggio di opere provvisionali.
Leggi Tutto >>

SAI Consulting

La SAI Consulting è la divisione che nasce per focalizzarsi alla valutazione dei rischi relativi all’amianto negli edifici, sulle procedure operative ed amministrative di controllo
Leggi Tutto >>