Blog

Che l’amianto sia uno dei materiali più pericolosi presenti nell’ambiente è risaputo, ma che esso sia trovato, anche se in quantità minime, nei termos porta pranzo è una notizia totalmente nuova. 

È proprio questo però quello che è accaduto a Belluno, almeno a quanto emerge da un avviso di sicurezza (nella sezione prodotti pericolosi) pubblicato sul sito del Ministero della salute. Il termos in questione è prodotto fuori dai confini europei e precisamente in Cina, esso è commercializzato dalla ditta Inte di Padova con il marchio DayDays. La scoperta è stata fatta grazie ad una segnalazione giunta ai NAS di Treviso, che immediatamente, vista la pericolosità, si sono attivati e hanno fatto gli opportune esami. 

Il termos è quello di tipo "grande", ha una capacità di 1.4 litri e probabilmente spesso viene usato come porta pranzo. Le analisi effettuate tramite una scansione con il microscopio elettronico, sono state portate a termine presso l’agenzia regionale prevenzione e protezione del Veneto –dipartimento provinciale di Verona- e hanno evidenziato la presenza all’interno del doppio involucro in vetro, di amianto crisolito. 

Il materiale essendo dannoso per la salute umana ha imposto il ritiro immediato del prodotto, quest’ultimo è stato effettuato a cura dei militari dei carabinieri, ed ha interessato il punto vendita di Belluno. Altri militari si sono immediatamente recati presso la sede della ditta d’importazione, per avere notizie sui luoghi in cui il pericoloso termos è stato commercializzato, lo scopo è quello di giungere al ritiro del prodotto su tutto il territorio nazionale. Le indagini successive hanno evidenziato che i termos erano commercializzati anche sotto un altro marchio, essi, infatti, sono stati ritrovati a Pescara e a Roma rispettivamente presso Maxilandia e Casa Mia. 

Anche in questo caso si è proceduto al ritiro e alla successiva segnalazione a cura del Ministero della salute. I prodotti sequestrati sono stati concentrati presso le stazioni dell'Arma in attesa della successiva distruzione. L’amianto è soggetto ad un controllo pregnante, soprattutto a causa degli effetti altamente dannosi sull’organismo umano, esso cristallizandosi nei polmoni, induce malattie respiratorie e in alcuni casi la sua esposizione porta finanche alla morte. Le particelle di amianto sono la causa di oltre 3.000 decessi l’anno (fonte Ministero della sanità), la forma più comune di inalazione è quella legata allo sfaldamento del famigerato "eternit", ma i sequestri dei termos attirano l’attenzione su come il materiale sia usato in prodotti di largo consumo. 

Il consiglio è quello di procedere all’acquisto solamente di articoli italiani o al massimo europei, in tali luoghi di produzione la normativa riguardo l’uso del materiale è sicuramente più stringente, e i controlli, come gli ultimi sequestri italiani evidenziano, sicuramente più ferrei.

SAI Ambiente

La SAI Ambiente è la divisione che da anni garantisce standard di qualità ed eccellenza per la riqualificazione dell'ambiente e del territorio.
Leggi Tutto >>

SAI Services

La SAI Services realizza opere edilizie, come rifacimento o realizzazione di nuove coperture. Inoltre offre l’installazione e noleggio di opere provvisionali.
Leggi Tutto >>

SAI Consulting

La SAI Consulting è la divisione che nasce per focalizzarsi alla valutazione dei rischi relativi all’amianto negli edifici, sulle procedure operative ed amministrative di controllo
Leggi Tutto >>