Blog

L'amianto, anche conosciuto come asbesto, è un minerale naturale che appartiene alla classe dei silicati e che si compone di fibre sottilissime.

La sua grande capacità di resistere a temperature anche molto elevate, all'usura causata dagli agenti atmosferici e biologici e alla trazione, ha fatto in modo che l'amianto venisse utilizzato per decenni dall'industria. Il fatto che questo materiale potesse essere estratto con costi di produzione davvero molto bassi ha comportato un suo largo impiego nella produzione di cavi elettrici, tubature, guarnizioni, pavimentazioni e anche nei prodotti tessili. In Italia, poi, la quasi totalità dell'amianto utilizzato è stato impiegato per la costruzione di abitazioni private ed edifici in generale.

Solo da trent'anni a questa parte si è scoperta la pericolosità di questo materiale, che può essere dannoso per l'uomo anche dopo molti decenni. L'amianto, infatti, rilascia fibre tossiche che se inalate dall'uomo possono portare a gravi patologie respiratorie e a malattie tumorali. Le prime disposizioni che regolamentano l'utilizzo d'amianto nel nostro Paese risalgono al 1986, ma solo nel 1992 viene emanata una legge che ne vieta la vendita.

Oggi esistono associazioni che si occupano di assistere le vittime dell'amianto, e commemorazioni annuali per ricordare queste vittime. Ma tutto questo ancora non è sufficiente. Esiste ancora un mercato che commercializza e vende prodotti realizzati in amianto, favoriti dalla mancanza di disposizioni precise e chiare in ambito comunitario.

Proprio per questo si palesa l'importanza del ruolo dei cittadini nella lotta alla fibra killer. Sono i cittadini infatti in un'ottica di salvaguardia della loro salute e di quella dei loro figli, a dover denunciare infrazioni alla norma e l'utilizzo irresponsabile di questo materiale tossico.

Sono i cittadini inoltre che dovrebbero farsi promotori di campagne anti-amianto, e richiedere nuove leggi all'interno dell'Unione Europea che limitino l'ingresso di prodotti realizzati con questo materiale. Non si può e non si deve più restare indifferenti.

Le vittime di amianto degli ultimi quarant'anni hanno raggiunto cifre spropositate, destinate purtroppo ad aumentare ulteriormente. Si stima, infatti, che il bilancio dei morti di amianto sarà soggetto a una crescita esponenziale entro il 2025. A tutto questo dobbiamo dire basta.

SAI Ambiente

La SAI Ambiente è la divisione che da anni garantisce standard di qualità ed eccellenza per la riqualificazione dell'ambiente e del territorio.
Leggi Tutto >>

SAI Services

La SAI Services realizza opere edilizie, come rifacimento o realizzazione di nuove coperture. Inoltre offre l’installazione e noleggio di opere provvisionali.
Leggi Tutto >>

SAI Consulting

La SAI Consulting è la divisione che nasce per focalizzarsi alla valutazione dei rischi relativi all’amianto negli edifici, sulle procedure operative ed amministrative di controllo
Leggi Tutto >>